Cronaca Politica

De Luca e Costa contro Salvini


Polemiche sulla Terra dei Fuochi. Sia il governatore campano Vincenzo De Luca che il ministro dell’Ambiente Sergio Costa sono in queste ore intervenuti sul tema.

Costa su Salvini: “Nessuna attenzione sul tema”

Costa ha parlato alla Radiazza, su Radio Marte, in aperta polemica con gli ex alleati leghisti. “Con la Lega abbiamo avuto idee diverse sulla tutela ambientale, con Pd e Leu abbiamo stilato un programma che mette l’ambiente al centro”. “Ho incontrato grandi difficoltà – è il passaggio chiave nelle dichiarazioni del ministro – nell’ottenere attenzione da Salvini sul tema della Terra dei Fuochi durante la sua esperienza di ministro dell’Interno. Nel nuovo ministro Lamorgese ho riscontrato un approccio totalmente diverso, mi ha dato la sua disponibilità a collaborare per contrastare il fenomeno”.

“Nella Terra dei fuochi fumo anche quando non ci sono incendi”

A proposito della Terra dei fuochi il ministro ha spiegato: “Purtroppo intorno ai roghi tossici c’è un giro di affari milionario. Occorre disinnescare gli interessi economici. La rimozione di un rifiuto bruciato arriva a costare fino all’800 percento in più della rimozione di un rifiuto ordinario. C’è da riflettere sui contratti che vengono stilati con le aziende che si occupano della rimozione. Mi sono proposto come ‘facilitatore’ alle amministrazioni dei territori della ‘Terra dei Fuochi’ e, finalmente, i comuni stanno iniziando a collaborare tra loro. Ora la priorità è il Decreto Terra Mia che inasprisce le pene di chi dà fuoco ai rifiuti”.

De Luca a Costa: “Fa riunioni inutili”

“Ieri al ministero dell’Ambiente c’è stata una riunione su Terra dei Fuochi – ha invece dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca – Doveva essere un incontro tecnico ma ovviamente c’era di tutto. Sarebbe meglio se il ministero si risparmiasse queste riunioni inutili che servono a perdere tempo, fare chiacchiere, liturgia e demagogia”.

Da Lira tv, De Luca si rivolge a Costa: “Quello dei roghi è un problema vero su cui, finalmente, cominciamo a far comprendere a tutti che la responsabilità diretta ed esclusiva è del ministero dell’Interno, anche se Salvini non se ne era accorto”. Secondo De Luca, l’unica “istituzione che sta lavorando per la Terra dei Fuochi è la Regione Campania”, questo con “monitoraggio ambientale e registro tumori”.


Source link