Cronaca

Coronavirus nel mondo, California è stato Usa più colpito ma riapre Disneyland. Allarme per il Brasile

Negli Stati Uniti il bilancio raggiunto è di 28.886.283 casi confermati di coronavirus e 522.610 morti per Covid-19, secondo i calcoli della Johns Hopkins University. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 2.530 e 66.111 le nuove infezioni. La California è ora lo Stato più colpito dalla pandemia con 53.653 morti, seguita da New York (48.153), Texas (45.047), Florida (31.522), Pennsylvania (24.255), New Jersey (23.521) e Illinois (22.269).

I contagi sono in calo ma c’è forte allarme per la diffusione delle varianti del Covid-19: solo i casi accertati sinora sono stati  2.581 ma le autorità ritengono siano in realtà in numero ben più alto. Le mutazioni identificate sono quelle inizialmente individuate in Gran Bretagna, Sud Africa e Brasile. La maggioranza dei contagi – addirittura 2.506 – sono attribuibili alla variante inglese B.1.1.7 rinvenuta in in ben 44 Sati dell’Unione nonchè a Porto Rico e Washington DC. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno fatto presente che la identificazioni delle infezioni dovute a varianti avviene tramite analisi a campione, e non su tutti i nuovi casi che vengono registrati quotidianamente.

 

La California riapre i parchi divertimento

La California riapre dal primo aprile, con una capacità ridotta, i parchi divertimento – inclusi Disneyland, Magic Mountain e Universal Studios – le arene sportive e per concerti.
Lo ha annunciato il segretario alla Sanità del Golden State, Mark Ghaly. “Pensiamo che ora sia il tempo appropriato per cominciare a reintrodurre queste attività in qualche modo: in un modo prudente, lento e stabile”, ha spiegato. Tutte queste location sono rimaste chiuse per quasi un anno per ridurre la diffusione del coronavirus.

Oms: “In Brasile situazione molto grave”

Ancora un alto numero di vittime e contagi di Covid-19 in Brasile. Nelle ultime 24 ore, i morti sono stati 1.800 ed i nuovi casi 75.495. Lo rivela il Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass).   Il bilancio complessivo delle vittime sale a 262.770 a fronte di 10.869.227 casi accertati. Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità , Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha lanciato l’allarme sulla situazione sanitaria definendola “molto grave” ed esortando le autorità a decidere “misure aggressive” per arginare la diffusione del virus.
 

In Argentina meno di 8mila nuovi casi

L’Argentina ha registrato 7.891 nuovi casi di coronavirus. Il numero totale di positivi è ora di 2.141.854, mentre i decessi sono stati 52.784, 140 nelle ultime 24 ore. Secondo il rapporto quotidiano diffuso dal Ministero della Salute argentino, sono 1.934.845 i pazienti già dimessi, mentre 3.485 le persone che restano ricoverate in terapia intensiva.

 

 


fonte : repubblica.it