Cronaca

È morto Chick Corea, leggenda del jazz


È morto all’età di 79 anni Chick Corea, pianista leggenda del jazz. Vincitore di 23 Grammy, ha suonato con i più grandi jazzisti del mondo, da Miles Davis a Stanley Clarke. Origini italiane – all’anagrafe si chiamava Armando Antonio Corea -, l’artista è morto a causa di una rara forma di tumore che solo da poco tempo aveva scoperto di avere.

La notizia della morte del grande artista è stata pubblicata sul suo profilo Facebook con un post che contiene anche il suo commiato, il ringraziamento a “tutti coloro che lungo il mio viaggio hanno contribuito a mantenere vivo il fuoco della musica” e un pensiero a chi gli è stato vicino.

Corea aveva iniziato negli anni Sessanta accanto ad alcuni grandi della musica latinoamericana come Mongo Santamaria e Willie Bobo, prima ancora c’era stato il trombettista Blue Mitchell mentre il primo album è del 1966, si intitola Tones For Joan’s Bones e lo realizza in quintetto con Woody Shaw alla tromba e Steve Swallow al contrabbasso. Due anni dopo, si apre una prima porta d’ingresso tra i grandi del jazz, è l’album Now He Sings, Now He Sobs, Roy Haynes alla batteria e Miroslav Vitous al contrabbasso.

Verso la fine degli anni sessanta entra a far parte del gruppo di Miles Davis e partecipa alla realizzazione di album importanti, daI In a Silent Way a Bitches Brew.

Lo scorso ottobre era ancora sul palcoscenico ad esibirsi a Clearwater, in Florida, per un programma di piano solo che andava “da Mozart a Monk”.


fonte : repubblica.it