Cronaca

l’elenco completo «Ordinanze anti Covid contrastanti» Come ottenere i rimborsi

Da il Mattino di Napoli :

Ecco i treni cancellati oggi da Italotreno dopo l’alternanza delle disposizioni anti Covid sul distanziamento dei passeggeri: 9919/9921; 9975; 9927/9929; 8111/8113; 8143; 8126; 8131; 8135.

I passeggeri di questi treni saranno rimborsati: va seguita la procedura indicata sul sito italotreno.it.
 

Italotreno

Coronavirus, picco in Europa e adesso è allarme voli: «Cambiare le linee guida»
Treni, ordinanza del Governo: «No a convogli pieni, mascherine obbligatorie»


Il taglio di questi convogli era stato annunciato ieri.  A Italo «dobbiamo per forza annullare» da domani molti convogli «perché in base all’ordinanza del ministro Speranza sono fuorilegge: daremo rimborsi ai nostri clienti, ma domani in stazione molta gente non troverà il suo treno». Lo annuncia a Stasera Italia, su Rete4, il Vice Presidente Esecutivo di Italo – Ntv Flavio Cattaneo, esprimendo «sconcerto» perché – spiega – «la stessa ordinanza non toglie il distanziamento aerei» motivando questa scelta «in base a un orientamento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità basato su aspetti tecnici legati alle caratteristiche del sistema di aria condizionata». Ma «i nostri studi – rivendica Cattaneo – hanno verificato il nostro sistema condizionamento che non solo è sufficiente ma è del 50% superiore per ricambio d’aria a quello di un aereo».

Dinanzi al proliferare delle indicazioni di esperti e scienziati, che finiscono con il guidare le diverse scelte politiche, il risultato «è che le aziende non possono programmare gli investimenti, e anche il cittadino si trova disorientato. Le istituzioni devono scegliere alcune voci e seguire solo quelle». È il commento a Stasera Italia, su Rete4, del Vice Presidente Esecutivo di Italo – Ntv Flavio Cattaneo, che osserva come «così invece è solo un caos generale». Questo osserva «non è un modo serio di procedere» anche perché le aziende sono state colpite dalla crisi: «Noi – ricorda- nel lockdown abbiamo perso il 95% del fatturato».

La situazione

Non è facile, tuttavia, per i passeggeri orientarsi: alcuni questi mattina hanno trovato sul posto loro assegnato il cartello “non sedersi” oppure si sono trovati seduti fianco a fianco con altri passeggeri mentre altri posti erano vuoti. Inoltre alcuni convogli sono risultati assai affollati, molto più di 50 per cento previsto, poi cancellato, poi ripristinato. Con i conduttori che hanno annunciato ai viaggiatori di sentrsi liberi di sedersi dove volevano (anche senza rispettare le classi) pur di rispettare i distanziamenti.

 

Ultimo aggiornamento: 11:44 [Fonte il Mattino di Napoli]


Fonte il Mattino di Napoli