Cronaca

Tre registe in corsa per i Golden Globe, sorpasso nelle candidature

Tre cineaste su cinque candidati per la regia ai Golden Globe nell’edizione 2021. Sono Chloé Zhao, Regina King ed Emerald Fennell. Gli organizzatori dei premi della stampa estera a Hollywood hanno dato un segno forte. Solo tre anni fa Natalie Portman, sul palco della serata finale, consegnando a Ron Howard il premio per il miglior regista andato a Guillermo Del Toro, aveva sottolineato polemicamente: “Questi sono i nominati uomini”.

‘Selma’ il film più veritiero degli ultimi anni


L’ultima candidata alla regia era stata, nel 2014, Ava DuVernay con Selma, le tre si aggiungono a un gruppo che include Barbra Streistand, Jane Campion, Sofia Coppola e Kathryn Bigelow.

‘Nomadland’ di Chloé Zhao è il Leone d’oro di Venezia 77


Si poteva anche fare meglio, però: in molti si aspettavano che insieme a Nomandland di Chloé Zhao, già vincitore del Leone d’Oro a Venezia, e a Una donna promettente di Emerald Fennell, nella cinquina dei film comparisse Una notte a Miami, firmato appunto da Regina King.

Chloé Zhao, 38enne nata a Pechino, è la prima asiatico-americana a entrare nella categoria. Fresca appunto della vittoria massima alla Mostra di Venezia e data per favorita ai Sag, i premi del sindacato attori, è in prima fila nella cosa agli Oscar. Nomadland racconta la vita nomade di una donna che ha perso marito e casa, che lavora saltuariamente per Amazon e gira l’America con il suo camper. E’ interpretata da una magnifica Frances McDormand.

‘Se la strada potesse parlare’, Regina King candidata all’Oscar


Regina King ha portato il suo Una notte a Miami alla Mostra di Venezia, anche se non ha potuto, come pure Chloé Zhao, accompagnarlo. Il film è il suo debutto da regista a cinquant’anni: come attrice ha già vinto un Oscar da non protagonista nel 2019 con Se la strada potesse parlare. Una notte a Miami racconta la serata in cui Cassius Clay, dopo aver conquistato il titolo di campione del mondo dei pesi massimi, decide di annunciare la sua conversione all’Islam prendendo il nome di Mohammad Alì. Sarà una notte di confronto con gli amici Malcolm X e Sam Cooke.

Emerald Fennell ha 35 anni ed è nata a Londra, Una donna promettente è il suo debutto alla regia. Da attrice ha interpretato Camilla Parker Bowles in The Crown. Il suo thriller ha come protagonista Carey Mulligan che interpreta Cassie, una giovane donna che lavora come barista e ha abbandonato gli studi in medicina. Di notte, Cassie attira gli uomini con intenzioni non particolarmente pacifiche per vendicare la morte della migliore amica. Un suo ex compagno di studi, Ryan (Bo Burnham), rientra nella sua vita e sembra aprire la strada a una possibile speranza di guarigione, ma nuovi dettagli sulla morte dell’amica fanno infuriare Cassie spingendola fino al limite.

‘La vita davanti a sé’, Sophia Loren ed Edoardo Ponti insieme sul set


In corsa per l’Italia c’è Laura Pausini, per la canzone di La vita davanti a sé che firma con Diane Warren e Niccolò Agliardi (Io sì/Seen) per il film di Edoardo Ponti, anch’esso in corsa.

La cerimonia del Golden Globe è fissata per il 28 febbraio e sarà trasmessa dalla Nbc. Anche quest’anno la conduzione sarà al femminile, con Tina Fey e Amy Poehler. Poehler sarà al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles, mentre la Fay sarà a The Rainbow Room di New York, in cima al Rockefeller Center.

 


fonte : repubblica.it