Cronaca

Zingaretti: “L’allargamento ai 5S nel Lazio è la base per il futuro”

L’allargamento al movimento 5 stelle per costruire un nuovo centrosinistra più competitivo in tutte le elezioni future. E’ il senso dell’operazione politica che parte dalla Regione Lazio e che il governatore/segretario del pd, Nicola Zingaretti, ha spiegato alla direzione regionale Dem durante la discussione sull’ingresso dei pentastellati nella giunta regionale e nella maggioranza alla Pisana.

“Dalla Regione noi costruiamo un modello di un possibile nuovo centrosinistra, in cui il Pd è il principale protagonista e che è un credibile argine alle destre per vincere nei comuni”, ha detto Zingaretti. Questa nuova alleanza “sicuramente renderebbe competitiva la futura sfida alle regionali – ha aggiunto – e riapre la grande partita dei collegi quando tra un anno si voterà. Dobbiamo cominciare a seminare i semi di una competitività ovunque”.

L’apertura ai 5 Stelle secondo Zingaretti è un “passaggio utilissimo perché dà alla regione una grande forza, che già c’era, ma a questa prospettiva di governo dà un respiro che riguarda il contingente e lo proietta nel futuro. Si ritorna a combattere per vincere ovunque. Anche in quei territori del sud del Lazio che sono sempre più difficili e nei capoluogo dove abbiamo perso. E questo lo puoi fare solo se rilanciamo il partito democratico e nei sistemi maggioritari lo accompagniamo con alleanze competitive”.

“Serve un congresso vero” è la posizione di Base riformista, la corrente di minoranza interna del Pd che fa capo a Lorenzo Guerini e Luca Lotti. “Non si può dare l’idea – ha detto Guerini – di respingere la richiesta di un dibattito congressuale come se fossimo chiusi in un fortino come se si fosse assediati”. Per il ministro della Difesa invece “quando le condizioni della pandemia lo consentiranno, non bisognerà avere paura di celebrare un congresso vero, chiaro, perchè è necessario al Pd”.

 


fonte : repubblica.it